Terminando il ritiro di meditazione

Ci sono volute
incalcolabili combinazioni di cause
per nascere come esseri umani

e altrettante per orientare
lo spirito umano verso la pratica spirituale,
la realizzazione della propria natura.

Ma qualsiasi cosa possiamo sforzarci
di fare una volta seduti in meditazione

il semplice sedere nel corpo del respiro
– nella mente dei pensieri –

è già un sedere sul trono della coscienza
e dell’implicito risveglio.

Come il cibo è un sapore
così il risveglio è un’esperienza.

Le parole possono descrivere,
indirizzare, mai sostituire

la luna che splende alta nel cielo.

Dice il vecchio Yeno:
“Se il vero ė lasciato a sé stesso
non vi è nulla di falso”.

Possa questa pratica
essere di beneficio a tutti gli esseri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...