Il giorno in cui un colpevole

Il giorno in cui un colpevole
entra in carcere

non è mai un giorno di vetrina
e trionfo.

È semmai un giorno necessario
per i crimini commessi, per
il dolore delle vittime.

Il giorno in cui un uomo
entra in carcere

è una dolore necessario
a mutare la legge

se è disobbedienza civile,

è una tragedia per il non colpevole
una continuità per l’emarginato
il folle, il perduto.

Al netto dell’inferno
che di rieducativo non ha nulla

il carcere che si richiude
dietro una vita

Può essere un atto dovuto,
ma dopo un fallimento di molti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...